Agriturismo Olivazzi, Quattordio
Vai ai contenuti

Scoperte nelle vicinanze

Circuito a Quattordio in Auto o in bicicletta:
da Quattordio si parte in direzione Masio, prendendo la prima sterrata a destra e proseguendo, dopo il guado, fino a passare sotto alla ferrovia e giungere a Cerro Tanaro, dove c'è una area attrezzata con tavoli e panche e il ponte tibetano. Si sale verso Refrancore, dove a destra troviamo la stradina che ci porta nella valletta accanto, dove saliamo fino alla chiesetta romancia di San Marziano di Viarigi. Una bella vallata agricola pianeggiante, ci si inerpica solo per l'ultimo tratto per salire sul poggio soleggiato da cui si gode una bellissima vista di Viarigi, famosa per la Torre dei Segnali (Visitabile in estate, la domenica) e della Torre ESSEX di Quattordio. Rientriamo passando da Piepasso.

Da Viarigi possiamo aggiungere una tappa ad Altavilla, villaggio che ospita la famosa ditta di grappe fini Mazzetti di Altavilla. Risaliamo la collina e raggiungiamo Fubine diventata famosa nell'ultimo decennio per gli Infernot.
Da Quattordio possiamo anche raggiungere Felizzano attraverso la piana e proseguire oltre il fiume Tanaro: sulla rocca che fronteggia la strada di arrivo sorge seminascosto dalla vegetazione il Castello di Redabue, famoso luogo di sosta delle carrovane che risalivano dalla liguria per raggiungere il vercellese. Con una bella strada che corre al piede dei colli torniamo verso a Masio, dove troviamo la antica Torre con il museo del Fiume (Visitabile in estate, la domenica) e da lì riattraversiamo il fiume per tornare a Quattordio.
BIKE STARTING POINT
da Piazza Olivazzi a Quattordio, iniziano varii percorsi fruibili a piedi o in bicicletta.
una passeggiata? un percorso nordik walking?
vi proponiamo questo semplice anello, con inizio dal nostro agriturismo. Il percorso di circa 3 km si snoda su strade sterrate e raggiunge la ferrovia, con vista sulla valle del Tanaro. Il rientro passa attraverso una bellissima area ombrosa e fresca, e ci riporta a casa. Una durata non eccessiva, fattibile in un paio di ore a piedi.
7/A LA MONSTERRATO – STRADE BIANCHE MONFERRATO
3 / 4 SETTEMBRE 2022

cicloturismo nel Monferrato patrimonio dell'Umanità UNESCO per il paesaggio vitivinicolo e gli infernot


La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, pedalata cicloturistica in libera escursione personale propone quattro percorsi che si snodano tra colline, boschi, vigneti, castelli e borghi medievali del Monferrato patrimonio dell’Umanità UNESCO per il paesaggio vitivinicolo e gli infernot.
Numerosi settori sulle strade bianche percorse da pionieri del ciclismo come Giovanni  Cuniolo,  Giovanni Gerbi e Costante Girardengo .
PERCORSO “MANINA” CUNIOLO, km 40 circa PERCORSO “DIAVOLO ROSSO” GERBI, km 70 circa
PERCORSO “CAMPIONISSIMO” GIRARDENGO, km 110 circa   PERCORSO ELISO RIVERA, (cittadino di Masio e co-fondatore de La Gazzetta dello Sport): km 200 circa.
Torna ai contenuti